fbpx

AITEB: “Diffidare di prezzi troppo bassi e affidarsi a professionisti”
Il presidente Piero Fundarò commenta la notizia del finto chirurgo

Viareggio, 8 febbraio 2022 – Diffidare dei prezzi troppo bassi e del passaparola tra amiche, affidarsi solo a professionisti qualificati e conosciuti. Sono questi alcuni dei consigli dati da AITEB, l’Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino, alle persone che decidono di sottoporsi a trattamenti estetici, dopo la notizia della scoperta del falso medico chirurgo estetico di Viareggio (Lucca) che per anni ha esercitato abusivamente l’attività medica, effettuando numerosi interventi senza alcuna abilitazione.

“Purtroppo la notizia di ieri – spiega il presidente di AITEB, Piero Fundarò – conferma quanto sappiamo già: ci sono personaggi che, svolgono abusivamente la professione medica, riescono a reclutare numerosi pazienti e che spesso lavorano in situazioni non autorizzate, anche perchè una struttura sanitaria non può far esercitare  un professionista se non ne verifica l’iscrizione all’Ordine dei Medici ed un’adeguata copertura assicurativa. Ricordo che siamo di fronte a un reato penalmente punibile in quanto mette a rischio la salute dei pazienti”.

“Il consiglio che do da sempre – aggiunge Fundarò – è basarsi sulla conoscenza del proprio territorio: ognuno sa chi sono i professionisti che lavorano seriamente. Il passaparola può essere un ottimo veicolo d’informazione, ma è importante sempre verificarlo. Altro fattore è il luogo dove viene eseguito il trattamento.  Il mancato rispetto delle norme igieniche mette a repentaglio la salute dei pazienti. Non ci può essere alcuna ragione accettabile che giustifichi l’esecuzione di una prestazione medica in luoghi non adeguati. Infine i prezzi: spesso quelli molto bassi indicano selezioni di prodotti di basso costo e minor qualità. E’ importante ricordare sempre che la medicina estetica è una branca della medicina e non prescinde dai dettami che regolano la professione. Come non ci si fiderebbe di un cardiologo che esercita presso un parrucchiere, così si deve fare anche per il medico estetico”.

Post recenti
Contattaci

compila il modulo per richiedere informazioni

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
0